Dal prossimo 21 aprile 2019 cambia in maniera sostanziale il regolamento UE per la vendita di occhiali da sole, vista, premontati e lenti nel canale ottico.
Il nuovo regolamento UE 2016/425, sostituisce integralmente la direttiva in essere ovvero la 89/686/CEE e quindi potranno essere immessi in commercio in tutta l’unione europea solo prodotti in conformità ad esso.
Proviamo quindi a dare qualche informazione.
Il Regolamento ha l’obiettivo di offrire un testo aggiornato e semplificato per tutti gli operatori del settore fornendo una definizione chiara e dettagliata degli operatori economici coinvolti nella filiera e sottolinea che tutte
le figure coinvolte nella commercializzazione del prodotto, vale a dire fabbricante, importatore, distributore ,ottico, hanno le proprie responsabilità nella immissione di prodotti ottici in tutti gli Stati membri UE.
Il Regolamento si applica a tutte le forme di fornitura , compreso la vendita a distanza.
Per quanto riguarda la commercializzazione, in primis i DPI ( dispositivi di protezione individuale ) già immessi in commercio prima del 21 Aprile 2019 e in conformità alla direttiva vigente potranno continuare ad esser venduti e farà fede il marking del “lot size” ovvero il numero che si trova all’interno delle astine , solitamente composto di 3 cifre ( la prima identifica il mese , le successive 2 cifre identificano l’anno ….116 ( gennaio 2016).
Per gli occhiali senza lot size , fara’ fede la fattura del fornitore e le relative documentazioni da allegare in caso di richiesta da parte delle autorità competenti.
Per quanto riguarda il produttore prima di immettere un DPI sul mercato, dovrà eseguire la procedura di valutazione della conformità del prodotto ai Requisiti Essenziali (RES), redigendo la dichiarazione di conformità e preparando la nota informativa.
Il Regolamento fornisce una lista dettagliata dei tests che devono essere inclusi nella documentazione tecnica e che specificano i mezzi utilizzati dal fabbricante per garantire la conformità dei prodotti ai requisiti essenziali.
Il fascicolo tecnico deve essere conservato per 10 anni dalla data di immissione sul mercato. A differenza di quanto previsto dalla Direttiva precedente, dovrà essere fornita con ogni occhiale, oppure dovrà essere riportato nelle istruzioni fornite dal fabbricante ( nota informativa) l’indirizzo internet , da cui è possibile accedere al documento.
Le informazioni obbligatorie devono essere riportate nella dichiarazione di conformità e devono essere tradotte nella lingua o nelle lingue richieste dallo Stato membro di commercializzazione.
Essa dovrà essere redatta per ogni singolo modello e non cumulativa.
La nota informativa deve riportare i riferimenti al nuovo Regolamento e alla pertinente norma utilizzata e relativo link al sito dove saranno disponibili le dichiarazioni di conformità on line.
Per i negozi : Sarà di fondamentale importanza fornire la nota informativa e relativa dichiarazione di conformità per ogni occhiale venduto .
Nessun cliente potrà uscire dal negozio senza la nota informativa. Camere di commercio, Nas e GDF potranno effettuare controlli ed applicare sanzioni correlate.
Essere pronti e informati quindi, è di fondamentale importanza per evitare sanzioni, ma anche perchè spiegare una norma così importante a tutela della salute del consumatore ai vostri clienti è sicuramente sinonimo di professionalità e distinzione competitiva.
Noi siamo comunque pronti e tu?
Per chi volesse saperne di più direttamente dalla gazzetta ufficiale europea può usare questo link per accedere direttamente al PDF del regolamento.
I nostri agenti sono comunque a disposizione per fornire tutte le informazioni necessarie.
Per ulteriori info potete scrivere al nostro indirizzo info@invuitalia.it

#cresciconnoi